Come per ogni attività, anche l’allenamento richiede programmazione e studio per favorire il raggiungimento dei migliori risultati.
L’attenzione ai dettagli e alle tempistiche entro cui svolgere specifici carichi di lavori è  determinante nell’ottica di prepararsi a gare lunghe e probanti come una Granfondo.
Per questo, la preparazione e la gestione dei corretti cicli di allenamento, mirati al miglioramento organico delle proprie capacità, rappresentano una “sfida nella sfida”: come impostare il lavoro, e con quali strumenti, per riuscire a superare i propri limiti?

L’inverno è ormai passato ed è quindi arrivato il momento, dopo il lavoro di forza svolto per lo più tramite sedute in palestra, di passare all’allenamento della resistenza generale passando sempre più tempo in sella:

  • Man mano che il kilometraggio delle uscite aumenterà, sarà comunque bene fare qualche seduta di richiamo in palestra (ogni 7-10 giorni) per non regredire a livello di forza muscolare
  • E’ importante dosare la progressione del carico di lavoro: le uscite dei primi giorni di ripresa dovranno essere non superiori all’ora, per poi aumentare fino ad uscite non minori della durata di due ore nell’arco delle prime tre settimane
  • Molto utile è il ruolo delle ripetute: con diverse intensità e su diverse distanze possono aiutare a migliorare la forza resistente ( ripetute con rapporto medio/lungo sulla distanza di qualche manciata di kilometri) o la resistenza alla velocità (con ripetute su distanze di massimo un kilometro seguite da una fase di recupero di 10 minuti di pedalata).
  • Infine, bisognerà pianificare dei periodi di scarico, dove, alla fine di ogni ciclo, svolgere una settimana di lavoro ad intensità minore e kilometraggio ridotto del 25/30% per favorire il recupero

Seguire una perfetta pianificazione vi aiuterà a fissare e raggiungere i vostri obiettivi, e, soprattutto, vi permetterà di farlo esplorando al meglio le vostre capacità per superare i vostri limiti.