3110 si sono svegliati domenica mattina ed erano pronti ai blocchi di partenza per affrontare la Granfondo Stelvio Santini. Di questi 2372 hanno espugnato la vetta dello Stelvio per il percorso lungo.

Tre erano, infatti, i tracciati, corto, medio e lungo. Quest’ultimo l’ha fatta da padrone ed è stato il preferito della maggioranza degli atleti, a cui non bastava affrontare il passo dello Stelvio, ma piegare sotto le proprie ruote con lo sforzo e la fatica delle proprie pedalate anche il Mortirolo.

Sul percorso lungo  Stefano Cecchini del team La Bagarre – Ciclistica Lucchese e Marina Ilmer del team ARSV Vinschgau  hanno dominato su tutti i loro avversari.

A cimentarsi nell’epica gara anche il campione olimpionico di canoa e attuale Assessore alla Regione Lombardia, Antonio Rossi, che ha concluso il percorso corto di 60 chilometri in 3 ore e 13 minuti.

In cima allo Stelvio ad attendere gli stoici ciclisti il Cavalier Pietro Santini, promotore della gara e fondatore 50 anni fa dello storico maglificio, che ha consegnato personalmente a tutti gli atleti arrivati in cima il cappellino limited edition firmato Santini.

«Una manifestazione di cui siamo molto soddisfatti e che vediamo crescere ogni anno,  un appuntamento che ci entusiasma e che ci rende orgogliosi del lavoro fatto da tutto lo staff organizzativo» ha commentato Paola Santini, responsabile marketing di Santini SMS, che con tutta la famiglia Santini era presente alla gara.

Un’impresa epica giunta alla sua quinta edizione che ha visto partecipare atleti da ben 35 nazioni e che con le sue salite, le sue pendenze e le sue vette vi aspetta il prossimo anno.